G.D.P.R. e COOKIE POLICY

Sulle rive del fiume Giordano

 

Un caldo e assolato pomeriggio estivo sulle rive del fiume, dove sogno e realtà non hanno confini.


Seduto in silenzio sull’argine, il Fiume scorre laggiù
tra mille riflessi e girandole fluisce verso Sud.
E' tempo di aprire il mio sacco stracolmo di zaffiri,
Despacho di doni alle Silfidi e ai Piccoli Popoli,
agli aironi nascosti tra i giunchi che chiamano i piccoli,
ai pesci dorati e guizzanti tra alghe e bambù.

 

Mi immergo tra i fiori di loto e i miei sensi si esaltano,
la lieve carezza dell’Acqua è un orgasmo fantastico,
mi spingo più in fondo e il mio Cuore rallenta il suo battito:
il Tempo e lo Spazio non hanno più senso quaggiù.

 

Quando riemergo un bagliore lontano, schiere di Elhoim lungo la riva,
lungo le ripide dell’Altopiano sulla collina di Erica in fiore.
Il loro sguardo intenso e vibrante, i loro gesti pacati e sinceri,
il mio timore svanisce all’istante, non c’è alcun dubbio nei miei desideri.
Nel grande cerchio ci uniamo le mani, sfere di luce splendida bianca,
come in un turbine ci solleviamo oltre le nuvole insieme migriamo
verso casa.

 

 


testo e musica: Lorenzo Ussoli
arrangiamenti: Corporesano